Congedi COVID-19

Tra le misure di sostegno a lavoratori, famiglie e imprese, introdotte dal Decreto Cura Italia vi sono i congedi COVID-19.

L’INPS ha fornito le prime indicazioni dichiarando di star predisponendo le relative procedure telematiche per l’invio delle relative domande.

I congedi COVID-19 sono dei congedi straordinari, fruibili per un massimo di 15 giorni, alternativamente da uno dei due genitori, per periodi dal 05 Marzo 2020 al 03 Aprile 2020.

Beneficiari

I beneficiari dei congedi COVID-19 sono i genitori:

  • Lavoratori dipendenti privati con figli fino a 16 anni di età o con figli portatori di handicap senza limiti di età purché iscritti a scuole di ogni ordine grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale.
  • Lavoratori Iscritti in via esclusiva alla Gestione separata INPS con figli fino a 12 anni di età o con figli portatori di handicap senza limiti di età purché iscritti a scuole di ogni ordine grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale.
  • Lavoratori Autonomi iscritti alle gestioni dell’INPS con figli fino a 12 anni di età con figli portatori di handicap senza limiti di età purché iscritti a scuole di ogni ordine grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale.
  • Lavoratori dipendenti pubblici.

Misura del congedo

Lavoratori dipendenti privati
Con figli fino a 12 anni di etàIndennità pari al 50% della retribuzioneContribuzione figurativa
Con figli dai 12 ai 16 anniSenza alcuna indennitàSenza contribuzione figurativa
Con figli portatori di handicapIndennità parti al 50% della retribuzioneContribuzione figurativa
Lavoratori iscritti alla Gestione Separata INPS
Con figli anche maggiori di 3 anni e fino a 12 anni di etàIndennità pari al 50% di 1/365 del reddito individuato come base di calcolo dell’indennità di maternità
Con figli portatori di handicapIndennità pari al 50% di 1/365 del reddito individuato come base di calcolo dell’indennità di maternità
Lavoratori autonomi iscritti alle gestioni INPS
Con figli anche maggiori di 1 anno e fino a 12 anni di etàIndennità pari al 50% della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita annualmente dalla legge, a seconda della tipologia di lavoro autonomo svolto.
Con figli portatori di handicapIndennità pari al 50% della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita annualmente dalla legge, a seconda della tipologia di lavoro autonomo svolto.

Per i lavoratori dipendenti pubblici la modalità di fruizione del settore pubblico e le relative indennità sono a cura dell’Amministrazione pubblica con la quale è in essere il rapporto di lavoro.

Come fare domanda

Lavoratori dipendenti privati

I genitori cha hanno già fatto richiesta alla data del 5 marzo non devono presentare domanda. I giorni di congedo parentale saranno convertiti d’ufficio dall’INPS.

I genitori non fruitori e che intendono usufruire del congedo possono presentare domanda al proprio datore di lavoro ed all’INPS secondo la procedura di domanda già in uso.

I genitori con figli maggiori di 12 anni portatori di handicap grave, che non abbiano in corso di fruizione un prolungamento del congedo parentale, possono già fruire del congedo COVID-19, ma dovranno presentare domanda utilizzando la procedura telematica che sarà messa a disposizione dall’INPS entro il mese di Marzo.

I genitori con figli di età compresa fra 12 e i 16 anni devono presentare domanda di congedo COVID-19 unicamente al proprio datore di lavoro.

Lavoratori iscritti alla Gestione Separata INPS

I genitori con figli minori di 3 anni possono presentare domanda all’INPS tramite la procedura già in uso.

I genitori con figli di età compresi tra i 3 e fino ai 12 anni, e con figli di età superiore a 12 anni portatori di handicap grave potranno presentare apposita domanda tramite procedura telematica che verrà resa disponibile entro la fine del mese di Marzo.

Lavoratori autonomi iscritti alle gestioni INPS

I genitori con figli minori di 1 anno possono presentare domanda all’INPS tramite la procedura già in uso.

I genitori con figli di età compresi tra i 1 e fino ai 12 anni, e con figli di età superiore a 12 anni portatori di handicap grave potranno presentare apposita domanda tramite procedura telematica che verrà resa disponibile entro la fine del mese di Marzo.

Esclusioni

Non è possibile fruire dei congedi COVID-19 se l’altro genitore è disoccupato, non lavoratore o con strumenti di sostegno al reddito e se è stato richiesto il bonus alternativo per i servizi di baby-sitting.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *